Casa

Alla scoperta del fonio, il nuovo cereale gluten free

News

Alla scoperta del fonio, il nuovo cereale gluten free

febbraio 7, 2019

csm_B_so_fonio1_800_90b44c7cb6

Prepariamoci: ne sentiremo palare presto. Il fonio, Digitaria Exilis, è allo stesso tempo uno dei cereali più antichi al mondo e uno dei meno conosciuti. Nativo delle zone rurali del Senegal, Burkina Faso, Mali e Ghana, appartiene alla famiglia del miglio e non ha nulla da invidiare alla quinoa, all’amaranto e al teff. Proprio per questo all’inizio del 2019 è stato inserito dall’UE nella lista dei Novel Food ed è pronto a debuttare nel nostro Paese grazie a una startup che ha puntato sulle sue qualità e sul suo potenziale. Abbiamo intervistato Gabriele Fortunato, fondatore di Obà Food, per saperne di più su questo super alimento.Come è nata l’idea di portare nel nostro Paese il fonio? Ho scoperto l’esistenza di questo cereale “dimenticato” durante un viaggio a Dakar, in Senegal, e affascinato dalla storia di quel piccolo granello, ho pensato di avviare un progetto nel segno della biodiversità agroalimentare, introducendolo in Europa. Con Obà Food, una startup nata intorno al progetto Fonio, stiamo svolgendo un ruolo da pionieri portandolo alla ribalta qui in Europa e gestendone l’approvazione come Novel Food da parte della Commissione Europea. Come è possibile che il fonio sia uno dei cereali più antichi al mondo ma anche uno dei meno conosciuti? Nonostante il fonio sia coltivato in Africa Occidentale da più di 5.000 anni, per lungo tempo è stato trascurato a causa del procedimento particolarmente laborioso di pulizia dei chicchi, che doveva essere svolto manualmente con pestello e mortaio. Il chicco, molto piccolo, non permetteva la meccanizzazione del processo di rimozione della crusca, fino a quando, pochi anni fa, un giovane ingegnere senegalese ha inventato il primo macchinario per decorticare i granelli di fonio.

Pizzeria Ristorante Cacio & Pepe - Trento Food & Drink Srl
Via di San Fabiano 7, 38121 Cognola (Trento), P. Iva 02507860225
Pec: trentofood@pec.it, Codice fatturazione elettronica: ACTKBBZ